News

Ambra Angiolini torna a parlare di Renga: “Dopo la nostra rottura sono finita nelle fogne”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Ambra e Francesco Renga

Ambra Angiolini ha raccontato alcuni dettagli sulla sua vita privata e sentimentale, parlando anche dell’ex marito Francesco Renga.

Ambra Angelina è una single molto felice. Dopo aver vissuto rapporti non proprio positivi, ultimo quello con l’allenatore della Juventus, Max Allegri, la showgirl ha trovato la pace interiore in questo momento della sua vita e non sembra intenzionata a rinunciarci facilmente. A poche settimane dalla partenza della nuova edizione di X Factor, che la vedrà seduta al tavolo dei giudici, la nota conduttrice ha parlato delle sue esperienze d’amore in un’interessante intervista al Corriere della Sera, in un cui non è mancato anche un passaggio su Francesco Renga, il padre dei suoi figli.

Ambra Angiolini single e felice

Showgirl, attrice, cantante e tuttofare dello spettacolo italiano, in questi ultimi anni è stata al centro del gossip per la sua relazione con Max Allegri, tecnico della Juventus. Una relazione naufragata in malo modo negli ultimi mesi. Ma ormai il peggio è passato, e Ambra può ammettere: “Adesso io sono felice perché sto rispettando me stessa“.

Ambra Angiolini
Ambra Angiolini

In questo momento il cuore mi batte a prescindere“, ha spiegato la showgirl, che non ha alcun rimpianto riguardante la sua vita privata, se non uno. Ma non riguarda sicuramente Allegri: “L’unico vero fallimento che riconosco è la fine del rapporto con Francesco Renga“.

Il dramma dopo la fine del matrimonio con Renga

Chiudere una storia davvero importante come quella con il cantante bresciano fu davvero difficile per Ambra. Con quella separazione le sembrava infatti di rompere la famiglia che aveva creato. Confessa la showgirl: “Dopo la nostra rottura sono caduta in depressione, finita nella fogna delle fogne, ed era giusto che ci finissi, perché era il passaggio dell’elaborazione di un lutto enorme“.

Da quelle fogne ha però saputo riemergere, più forte di prima. Per le altre rotture invece non c’è stato bisogno di alcuna resurrezione, ma anzi di qualche ribellione: “La prima, la più importante è avvenuta quando ho cominciato a sceglierlo io, il mio mestiere. Ho sentito che mi batteva il cuore perché mi è venuta voglia di dire tanti no“.

 12 Visualizzazioni