News

Arisa invita ad essere se stessi: “Non sono come tu mi vuoi”

Tempo di Lettura: 3 minuti

Arisa

Dopo aver indossato una parrucca, Arisa ci ripensa e manda un messaggio ai suoi follower: ecco le parole della cantante.

Arisa sceglie di indossare una parrucca. Anzi no. Immediato dietrofront per la cantante lucana, che negli scorsi giorni aveva fatto chiacchierare molto i social e il mondo del gossip per aver annunciato di voler indossare una parrucca fino alla ricrescita dei propri capelli.

Sappiamo infatti ormai da diversi mesi che Rosalba soffre di tricotillomania, un problema che la costringe a tagliare spesso i propri capelli e a tenerli proprio corti. La scelta di indossare una parrucca è però durata pochissimo, e sui social la cantante ha voluto mandare un messaggio a tutti i suoi fan: lei, come chiunque altro, è libera di essere ciò che vuole.

Arisa rinuncia alla parrucca: il messaggio su Instagram

Io non sono come tu mi vuoi, ma vado bene lo stesso“, ha scritto Rosalba sui social. La cantante ha spiegato di essere un essere umano e una donna, che che la parrucca non dovrebbe essere un espediente per farsi amare, specialmente in un periodo duro come quello che abbiamo vissuto e stiamo vivendo.

Che ci piaccia o no, Arisa non è la ragazza con i bei capelli lunghi, ma quella con i capelli rasati: “Io voglio essere quella che sono, amarmi senza remore e non pensare più che se fossi più bella di come sono meriterei maggiore attenzione da parte tua“.

La cantante lucana chiede aiuto ai propri fan: “Aiutami a farlo anche tu e aiuta tutte noi ad amarci un po’ di più, fai che la nostra autostima non dipenda da un like, fai che una donna possa pensare di valere e di stare al mondo al di là del suo aspetto fisico e di quanto riesca ad apparire fi*a sui social, fa che ci sia dell’altro, osserva bene, ascolta, valuta, concedimi tempo e l’opportunità di farmi amare“.

Questo il post contro il body shaming di Arisa:

View this post on Instagram

Io non sono come tu mi vuoi, ma vado bene lo stesso. Sono un essere umano, una donna e mi spiace che una parrucca sia un valido espediente per farmi amare da te, anche dopo un periodo così sensibile come quello che abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo. Per le piogge di likes alla mia bella parrucca, farò i complimenti a chi l’ha fatta, ma io sono questa, che tu lo voglia o no. Io voglio essere quella che sono amarmi senza remore e non pensare più che se fossi più bella di come sono meriterei maggiore attenzione da parte tua. Aiutami a farlo anche tu e aiuta tutte noi ad amarci un po’ di più, fai che la nostra autostima non dipenda da un like, fai che una donna possa pensare di valere e di poter stare al mondo al di là del suo aspetto fisico e di quanto riesca ad apparire fica sui social,fa che ci sia dell’altro, osserva bene, ascolta, valuta, concedimi tempo e l’opportunità di farmi amare. Ne ho di cose da dire, di cose da dare.. tutte noi siamo un pozzo prezioso di sorprese e abilità ma spesso ci lasciamo condizionare e ci perdiamo un bicchier d’acqua, CORAGGIO TIPE. #rosalbapippa

A post shared by Arisa (@arisamusic) on

La malattia di Arisa

Da diverso tempo ormai la cantante ha ammesso di soffrire di tricotillomania, un disturbo che la porta a toccarsi spesso i capelli e a strapparli in situazione di stress. Per questo è costretta spesso a rasarsi quasi a zero.

Qualche giorno fa aveva però pubblicato una foto con una parrucca, spiegando di volerla indossare fino a che non sarebbero cresciuti nuovamente i suoi capelli. D’altronde, se può farlo Naomi Campbell può farlo anche lei, ha affermato la cantante, salvo poi cambiare idea e mandare un bel messaggio a tutti i suoi fan: amiamoci per come siamo.

Arisa
Arisa

Da: Rolling Stone

 856 Visualizzazioni