News

Chi è Niko Pandetta, il rapper nipote di un boss mafioso

Tempo di Lettura: 2 minuti

Rapper

Niko Pandetta: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul rapper e cantautore nipote di un boss mafioso.

Sui social è un idolo assoluto, anche se la sua carriera è spesso finita sotto i riflettori non per ragioni propriamente musicali, quanto per le tante polemiche che lo hanno coinvolto. Stiamo parlando di Niko Pandetta, rapper e neomelodico siciliano che nel 2022 si è visto annullare numerosi concerti, e che ha protestato contro chi gli sta impedendo di rifarsi una vita. Scopriamo insieme alcune curiosità sul suo percorso artistico e la sua vita privata.

Chi è Niko Pandetta: biografia e carriera

Vincenzo Pandetta, questo il suo vero nome, è un rapper e cantante neomelodico, classe 1991, diventato famoso soprattutto nel Sud Italia. Nipote di un boss mafioso, è cresciuto in un ambiente non semplice, e ha avuto diversi problemi con la legge, soprattutto per spaccio di droga.

Rapper
Rapper

Nelle sue canzoni racconta le difficoltà della sua vita, e parla di mafia apertamente, dal di dentro, da chi conosce determinate dinamiche, anche se più volte ha provato a redimersi. In alcune canzoni si lascia andare a questi versi, parlando dello zio boss: “Zio Turi io ti ringrazio ancora per tutto quello che fai per me, sei stato tu la scuola di vita che mi ha insegnato a vivere con onore, per colpa di questi pentiti sei chiuso là dentro al 41 bis”.

In un post sui social, nel 2022, si è detto pentito però per quanto fatto in passato. Ha raccontato le fasi nella sua vita, la prima, quando ha sbagliato, quando ha pagato per i suoi sbagli e quando ha combattuto per costruirsi un futuro, che però in questo periodo gli viene negato da chi non vuole che si rifaccia una vita.

La vita privata di Niko Pandetta

Al momento non sembra avere una fidanzata o una storia sentimentale seria.

Sai che…

– Suo zio è Salvatore Turi Cappello, boss catanese condannato al 41 bis dal 1993.

– Uno dei suoi album più apprezzati è Pistola nelle Fendi.

– In un’intervista a Realiti ha spiegato che la morte dei giudici Falcone e Borsellino va accettata come un prezzo da pagare per una scelta personale.

– Ha tatuaggi sul viso e su tutto il corpo.

– Su Instagram ha Niko Pandetta ha un account ufficiale da centinaia di migliaia di follower e, tramite le sue storie e le sue foto, sembra portare avanti tutti i cliché più beceri della musica trap e rap, quasi ridicolizzandoli involontariamente.

 14 Visualizzazioni