News

Chi era Riki Maiocchi, storico fondatore dei Camaleonti

Tempo di Lettura: 2 minuti

Microfono cantante

Riki Maiocchi: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul cantante che fondò i Camaleonti, storica band italiana.

Nell’epoca dell’esplosione del beat in Italia, e poi negli anni d’oro del prog rock, un gruppo in grado di mostrarsi al passo con i tempi furono i Camaleonti, tra i complessi più amati di quel periodo, per certi versi anche più dei Pooh. Il loro segreto? Almeno nei primissimi anni, il talento di un artista come Riki Maiocchi, che fondò la band dando il via a un’epopea straordinaria. Andiamo a riscoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi era Riki Maiocchi: biografia e carriera

Enrico Maiocchi nacque a Milano il 27 maggio 1940 sotto il segno dei Gemelli. Appassionato di musica fin da ragazzo, si avvicinò giovanissimo al mondo delle sette note, debuttando nel locale Santa Tecla, punto di ritrovo di artisti del calibro di Adriano Celentano, Giorgio Gaber e altri ancora.

Microfono cantante
Microfono cantante

La sua prima esperienza importante fu come frontman dei Riki & the Four Jacks, ma solo nel 1964, quando fondò i Camaleonti, trovò il vero successo, diventando uno degli artisti simbolo dell’epoca del beat italiano. La sua esperienza nello storico gruppo durò però solo qualche anno, e venne fermata poco prima dell’esplosione a livello nazionale, che arrivò poi con il contributo di Mario Lavezzi.

Nel frattempo Maiocchi si trasferì nel Regno Unito, dove incontrò un certo Ritchie Blackmore, all’epoca ancora sconosciuto. Con lui fondò i The Trip, una band che ebbe discreti risultati nell’ambito underground londinese. Forte di questa importante esperienza, si ripresentò in Italia sul finire degli anni Sessanta e interpretò il brano di Mogol-Battisti Uno in più, che resterà uno dei suoi più grandi successi:

Purtroppo, quando sembrava sul punto di tornare in auge anche in Italia, la sua carriera si interruppe a causa di un episodio spiacevole riguardante il furto di un orologio. Lo scandalo fu grande, e l’artista si ritrovò ostracizzato dal mercato discografico. Da quel momento, scelse di ritirarsi a vita privata.

Solo negli anni Ottanta ritornò qualche volta sul palco o in tv per partecipare a trasmissioni revival dei suoi anni d’oro, ma senza più trovare i consensi di un tempo.

Riki Maiocchi: la morte

Riki morì all’età di 63 anni, il 2 febbraio 2004, dopo aver a lungo combattuto con un brutto male.

La vita privata di Riki Maiocchi: moglie e figli

Fu sposato a lungo con Rosanna Mandrà, una donna che ha continuato a portarne avanti la memoria in questi anni.

Sai che…

– Divenne famoso nel 1964 con il brano Non dite a mia madre, cover di The House of the Rising Sun degli Animals.

– Lavorò anche come muratore.

– Partecipò una volta a Sanremo in coppia con Marianne Faithfull. Nel Regno Unito collaborò con leggende come Ritchie Blackmore e Jimi Hendrix.

– Fu anche attore nella pellicola Il siculo, dal successo molto relativo.

 48 Visualizzazioni