News

Coronavirus: i messaggi social dei cantanti ai propri fan

Tempo di Lettura: 5 minuti

Le reazioni del mondo della musica alle ultime disposizioni per contrastare il Coronavirus: i messaggi dei cantanti italiani ai propri fan.

L’Italia si ferma. Il Coronavirus sta obbligando lo Stato a delle scelte complicate, come quella di chiudere diverse regioni e province per cercare di contenere il dilagare dell’epidemia. E il mondo della musica non può rimanere disinteressato a tutto ciò.

Così, sui social nella giornata dell’8 marzo sono stati molti i messaggi pubblicati sui social da alcuni dei nostri artisti più rappresentativi per invitare i propri fan a resistere per qualche giorno e a restare alle disposizioni governative. Ne leggiamo insieme alcuni.

Coronavirus: i messaggi dei cantanti ai fan

Emma Marrone
Emma Marrone

Una delle prime artiste a mandare un messaggio ai propri fan è stata Emma Marrone, a corredo di un video pubblicato sulla sua IGTV: “Vi mando un bacio leggero sul cuore e un grande abbraccio virtuale… Un grande applauso a tutti i medici e gli infermieri che lavorano senza sosta per arginare questo virus! Seguite le regole… ognuno di noi può fare qualcosa di utile e limitare i danni!“.

View this post on Instagram

Stiamo vivendo giorni davvero difficili.. di quelli che “sembra puoi far tutto e invece non puoi fare niente ..” Vi mando un bacio leggero sul cuore e un grande abbraccio virtuale.. Un grande applauso a tutti i medici e gli infermieri che lavorano senza sosta per arginare questo virus! Seguite le regole .. ognuno di noi può fare qualcosa di utile e limitare i danni! Con affetto Emma ? (Video completo su IGTV) #luciblu #fortuna

A post shared by Emma Marrone (@real_brown) on

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Jovanotti, che in un post ha invitato i propri follower a mantenere la calma: “L’unico modo che ognuno di noi ha per fare la sua parte per uscire prima possibile da questa situazione è rispettare le regole senza fare di testa propria, seguendo le indicazioni degli esperti e le ordinanze di legge, anche se per alcuni è più difficile che per altri e può sembrare un sacrificio apparentemente esagerato. Dobbiamo frenare la diffusione del contagio“.

View this post on Instagram

l’unico modo che ognuno di noi ha per fare la sua parte per uscire prima possibile da questa situazione è rispettare le regole senza fare di testa propria, seguendo le indicazioni degli esperti e le ordinanze di legge, anche se per alcuni è più difficile che per altri e può sembrare un sacrificio apparentemente esagerato. Dobbiamo frenare la diffusione del contagio. E non sarà mai abbastanza grande la gratitudine per chi in questi giorni opera in prima linea. Forza! #nopanic

A post shared by lorenzojova (@lorenzojova) on

Ancora di può ha fatto Giuliano Sangiorgi. Il leader dei Negramaro ha infatti postato su Instagram addirittura il video di una nuova canzone per invitare tutti a stringere i denti e a rimanere forti in un momento in cui il panico non aiuta.

View this post on Instagram

Le immagini di tutte quelle persone che ieri scappavano da Milano e assalivano l’ultimo treno che li avrebbe ripotati a casa, dai propri affetti, sono ancora impresse nella mia mente… Cucino il ragù della domenica, fingo che sia tutto normale , come sempre. Giro e rigiro quel sugo, che stella ama tanto. Smetto, lo faccio riposare e penso che ho del tempo per mettere nero su bianco i miei pensieri e, magari, ho il tempo pure di cantarli, prima di riprendere la cura del mio ragù. Sento che è giusto condividere queste parole nuove con voi, scritte per voi, per me… per capire o per cercare almeno di farlo. La musica, tante volte, mi ha aiutato a comprendere, a comprendermi. Tante canzoni, quelle rimaste nel cassetto, ma vi assicuro, mi hanno aiutato tanto, anche senza essere pubblicate, senza essere dei successi. Questa no, voglio dedicarvela, per annullare le distanze e per sentirvi in questa stanza tutti. Torno al mio ragù e vi aspetto, aspetto che tutto torni a girare nel senso giusto come questo mio ragù, come questa mia canzone… Restiamo a casa Sono giorni che ci penso… Vorrei incontrarti, ma non si può. Sono ore, lunghe ore passate solo ad aspettare che qualcuno sappia dire qualcosa che faccia sperare, che questa maledetta storia sia sul punto di finire e insieme, finalmente, noi domani torneremo a uscire A incontrarci per le strade come un tempo in un locale, con un sogno e una birra in mano e una strana gioia, qui, nel cuore, che è difficile da capire perchè sembra sia normale. Ma da questi giorni qui tutto sarà un po’ speciale E intanto noi restiamo a casa, così… In quel cassetto ho molti libri e un bel film Facciamo finta che là fuori piove e che quel sole tarda ad arrivare Ma è solo tempo da rispettare. Che ne dici, potremmo fare l’amore? Approfittiamone per ricordare quanto è importante la vita insieme. È poco tempo! C’è solo da aspettare! Ti giuro torneremo a fare l’amore… Per ora resta casa qui con me. Per ora resta a casa. Fallo per te e per me E per noi! #iorestoacasa

A post shared by Giuliano Sangiorgi (@giulianosangiorgi_official) on

Alessandra Amoroso ha invece pubblicato la foto di uno striscione per dare coraggio a medici e infermieri, e si è scagliata contro chi in queste ore ha voluto scappare dalle zone rosse per tornare nei paesi d’origine. In questo modo infatti il rischio di contagio è aumentato.

View this post on Instagram

So che sono momenti difficili per tutti ma quello che dobbiamo fare ora è farci forza e coraggio e, nonostante la paura, seguire TUTTE le indicazioni e le regole. Non possiamo fare a modo nostro, per rispetto verso noi stessi e verso gli altri, soprattutto i più deboli! SCAPPARE DALLE ZONE ROSSE È UNA GRANDE MANCANZA DI RISPETTO NEI CONFRONTI DI TUTTI, COMPRESE TUTTE LE PERSONE CHE VIVONO NELLA REGIONE DI DESTINAZIONE E CHE POTREBBERO ESSERE ESPOSTE AL VIRUS DA CHI SI MUOVE. È il momento di SOSTENERCI: dimostriamolo con il nostro comportamento! Un grazie immenso e gigante da parte mia a medici, infermieri e TUTTO il personale sanitario che senza sosta e senza riposo da giorni sono a disposizione e al servizio di tutti: SIETE I NOSTRI EROI. È anche per loro che DOBBIAMO ESSERE RESPONSABILI. #iostoacasa

A post shared by Alessandra Amoroso (@amorosoof) on

La clausura forzata è invece stata presa con filosofia da Tommaso Paradiso, che ha raccontato ai propri fan quante cose belle si possano fare tra le proprie mura. Questo il suo post: “Non è un dramma starsene a casa, anzi. È invece un dramma non rispettare gli altri: i più deboli, i medici, le strutture ospedaliere, il paese. Non è un dramma resistere per qualche giorno alla movida, agli aperitivi, alle vasche, agli strusci, agli appuntamenti. A casa si possono fare un sacco di cose meravigliose: bere, mangiare, giochi da tavola, suonare, scrivere, leggere, cantare, guardare tutti i film di Scorsese, studiare, stare a letto, allenarsi. Vogliamoci bene per cortesia e per amore“.

View this post on Instagram

Non è un dramma starsene a casa, anzi. È invece un dramma non rispettare gli altri: i più deboli, i medici, le strutture ospedaliere, il paese. Non è un dramma resistere per qualche giorno alla movida, agli aperitivi, alle vasche, agli strusci, agli appuntamenti. A casa si possono fare un sacco di cose meravigliose: bere, mangiare, giochi da tavola, suonare, scrivere, leggere, cantare, guardare tutti i film di Scorsese, studiare, stare a letto, allenarsi. Vogliamoci bene per cortesia e per amore.

A post shared by Tommaso Paradiso (@tommasoparadiso) on

Da: Rolling Stone

 296 Visualizzazioni