News

Damiano e Giorgia Soleri adotta un gatto adulto e malato: lo splendido gesto della coppia

Tempo di Lettura: 2 minuti

Damiano David dei Maneskin

Damiano dei Måneskin e Giorgia Soleri hanno adottato un gatto adulto e malato: un gesto meraviglioso per una coppia che vuole essere da esempio.

Prosegue la fittissima estate dei Måneskin e del loro frontman, Damiano David. Tra un concerto e un grande evento, il cantante romano ha però trovato il tempo di adottare anche un nuovo gatto insieme alla sua amata Giorgia Soleri. Fin dal 2021 partner dell’Oasi Felina di Pianoro, in provincia di Bologna, colpita da un tremendo incendio lo scorso ottobre ma salvata anche grazie al sostegno economico dei due, Damiano e Giorgia hanno voluto in questi giorni fare un gesto splendido che possa essere da esempio: hanno adottato un gatto adulto e malato.

Il nuovo gatto adottato da Damiano e Giorgia

Dolcissimo e sfortunato, il nuovo gattino, o gattone, è completamente bianco, ha gli occhi di colori diversi e per questo motivo si è guadagnato il nome di Ziggy Stardust, personaggio leggendario creato da David Bowie (che aveva appunto gli occhi di colore diverso).

Damiano David dei Maneskin
Damiano David dei Maneskin

A presentare questo nuovo amico è stata la modella e influencer con un post su Instagram. Si tratta di un gatto di sei anni con un occhietto azzurro che purtroppo non vede e diversi problemi di salute. Ma è di una dolcezza infinita: “Ho raggiunto il massimo livello come gatto-cozza. Mi piace dormire, svegliare chiunque con il mio miagolio strozzato e farmi coccolare come se non ci fosse un domani“.

Di seguito il post pubblicato da Giorgia:

La storia del gatto Ziggy

Oggi ribattezzato Ziggy, il gatto bianco adottato dal cantante romano e da Giorgia si chiamava Mattia. La sua storia era stata raccontata dai proprietari dell’Oasi. A quanto pare i suoi problemi di salute sarebbero derivati, con tutta probabilità, da qualche violenza subita. Non mangiava, respirava male, aveva dolori ovunque e il pelo mancante in diversi punti. Aveva dei segni evidenti intorno al collo, forse perché è stato tenuto a lungo incatenato o legato con una corda. Inoltre il suo palato era fratturato. Fortunatamente i volontari dell’Oasi sono riusciti a salvargli la vita, e grazie all’adozione della coppia adesso può sperare in una nuova vita.

 12 Visualizzazioni