News

Dramma per i Camaleonti: morto Antonio Cripezzi, ucciso da un malore dopo un concerto

Tempo di Lettura: 2 minuti

Lutto

È morto Antonio Cripezzi dei Camaleonti: l’artista ha accusato un malore subito dopo un concerto.

Un tremendo lutto ha colpito il mondo della musica italiana: è morto Antonio Cripezzi, da anni cantante e tastierista dei Camaleonti, una delle formazioni italiane che hanno fatto la storia del beat e del rock. Aveva 76 anni. Secondo quanto riferito, l’artista sarebbe stato trovato privo di vita nella sua stanza d’albergo a San Giovanni Teatino, in provincia di Chieti. Nella serata precedente aveva accusato un malore dopo un concerto. La morte sarebbe dovuta a cause naturali.

È morto Antonio Cripezzi

Il mio caro amico di una vita, Tonino Cripezzi, se n’è andato nel sonno“, ha scritto sui social, pieno di dolore, Mario Lavezzi, storico cantautore italiano, tra i fondatori dei Camaleonti. Nel suo tweet, l’artista ha sottolineato quanto sia sconvolto dal dolore per una perdita grave per la musica italiana ma soprattutto per la sua vita. Cripezzi era infatti rimasto uno dei suoi migliori amici.

Tastiera pianoforte pianola
Tastiera pianoforte pianola

Non si conoscono ancora i dettagli per la morte di Cripezzi. Sappiamo però, stando alle informazioni diffuse, che il malore sarebbe occorso nella notte. Inutile il tentativo di soccorso dopo l’allarme. Quando è stato trovato nella sua stanza d’albergo, l’artista era già privo di vita. In passato aveva accusato problemi di salute, ma nulla avrebbe fatto sospettare una morte improvvisa, arrivata dopo un’esibizione al parco Villa de Riseis di Pescara e una cena con lo staff e alcuni fan.

Chi era Antonio Cripezzi

Nato a Milano il 26 febbraio 1946 in una famiglia di Palazzo San Gervasio, in provincia di Potenza, era diventato famoso per essere stato il tastierista dei Camaleonti fin dalla fondazione del gruppo nel 1963. Nel corso degli anni era diventato anche cantante della band, in particolare dal 1966, dopo l’addio alla formazione del primissimo leader, Riki Maiocchi.

Portano la sua firma alcuni dei brani più amati del repertorio del gruppo, come Amico di ieri, amico perduto, Gimcana e Dove curva il fiume. Aveva nel corso degli anni collaborato anche con tanti altri grandi artisti italiani, tra cui gli Elio e le Storie Tese.

 14 Visualizzazioni