News

Etta James, la diva del jazz che ha reso immortale At Last

Tempo di Lettura: 2 minuti

Club musica dal vivo

Etta James: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sulla cantante americana, una diva di jazz, blues e R&B.

La storia del jazz vocale, del blues, del soul e dell’R&B è stata resa straordinaria da alcune dive che, in maniera simile ma differente, hanno di fatto influenzato per sempre tutte le star della musica che le hanno seguite nel corso degli anni. Billie Holiday, Ella Fitzgerald, Dinah Washington e Aretha Franklin sono delle regine che non potranno mai essere dimenticate. Ma in questo gruppo si inserisce anche un’altra cantante, indimenticabile soprattutto per un’interpretazione: Etta James, la voce della celeberrima At Last. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi era Etta James: biografia e carriera

Jamesetta Hawkins, questo il vero nome di Etta James, nacque il 25 gennaio 1938 sotto il segno dell’Aquario. Figlia di una donna afroamericana e di un padre bianco mai conosciuto, Etta si rivelò fin da subito una bambina prodigio. A cinque anni già cantava nel coro gospel della sua chiesa, ed era in grado nel privato di replicare sia le ballate blues di Billie Holiday che brani più ‘aggressivi’.

Microfono
Microfono

Trasferitasi a San Francisco con la madre, a quattordici anni conobbe Johnny Otis. Fu lui a permetterle di creare un trio vocale, le Creolettes, e a darle l’idea per il nome d’arte con cui ancora oggi è conosciuta. La sua carriera svolta con l’arrivo a Chicago. Qui si lega alla Chess Records, etichetta che le permetterà di incidere gli album di maggior successo della sua carriera, tra cui anche il brano All I Could Do Was Cry, il suo primo vero successo.

A renderla immortale fu però l’incisione, nel 1961, di una ballata romantica dagli elementi blues e soul: At Last. La canzone piacque fin da subito e scalò le classifiche di tutto il mondo, garantendole un successo internazionale:

Da qui in avanti la sua carriera fu vissuta tra alti e bassi, ma il suo stile rimase intatto e le permise di spaziare senza problemi dal blues al jazz, passando per l’R&B.

Etta James: la morte

Etta scomparve all’età di 73 anni li 20 gennaio 2012 nel Riverside Community Hospital, in California, dopo aver lottato a lungo contro il diabete e la leucemia. Poco prima di morire le era stato diagnosticato anche un principio di morbo d’Alzheimer.

La vita privata di Etta James: marito e figli

Si sposò nel 1960 con Artis Mills, che rimarrà suo marito fino alla sua morte, nel 2012. Ebbe due figli, Donto e Sametto, nati da differenti padri. Entrambi seguirono le sue orme e divennero musicisti.

Sai che…

– Etta sosteneva che suo padre fosse Rudolf ‘Minnesota Fats’, un noto campione di biliardo.

– Si avvicinò alle idee di Malcolm X e per circa dieci anni fu un membro della Nation of Islam.

– Vinse cinque Grammy Award e diciassette Blues Music Award e venne inserita in diverse Hall of Fame: quella del Rock and Roll, quella del Blues e quella dei Grammy.

– Il suo registro era quello di contralto.

– La sua At Last è stata rifatta da moltissime cantanti, tra cui Céline Dion, Christina Aguilera e Beyoncé.

 12 Visualizzazioni