News

Fedez torna a parlare del tumore: “Rivolgetevi ai medici, non a Google”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Fedez

Tornando a parlare del tumore, Fedez ha invitato tutte le persone che soffrono a non rivolgersi a Google, ma ai medici.

Passano i mesi, ma Fedez continua a essere uno dei più importanti testimonial italiani della lotta contro i tumori. Ormai fuori pericolo e nel pieno di una seconda parte di carriera, ricominciata da X Factor, il rapper milanese ha accettato di partecipare all’evento del Corriere della Sera Tempo della Salute, un evento in cui ha discusso della malattia con Massimo Falconi, il medico che lo ha curato in questi mesi. Un momento molto importante in cui l’artista ha avuto modo di dare soprattutto un grande consiglio ai suoi fan e a tutte le persone che soffrono: meglio rivolgersi ai medici che non a Google.

Fedez e le critiche per aver parlato del tumore

Negli scorsi mesi il rapper milanese ha ricevuto moltissimo amore, e non solo dai suoi fan. La malattia lo ha reso, per certi versi, più umano agli occhi di tutti. Eppure, anche in quei momenti tremendi non sono mancate le critiche. In particolare, alcuni hater lo hanno preso di mira per un motivo semplice: secondo queste persone, il rapper avrebbe fatto della malattia un motivo per mettersi in mostra e far vedere ancora una volta quanto sia un privilegiato.

Fedez
Fedez

Critiche che il rapper si aspettava: “Ero consapevole che avrei ricevuto anche critiche, come quelle, puntualmente arrivate, sul mio affrontare esami e cure da ‘privilegiato’, ma volevo aiutare gli altri“. Non si pente, quindi, l’artista per essersi esposto nel parlare sulla malattia anche sui social. Anche perché così facendo ha voluto diventare, in qualche modo, un buon esempio per altre persone che hanno sofferto come lui.

Leggi anche -> Ryuichi Sakamoto colpito da un tumore per la seconda volta in dieci anni

I consigli di Fedez sulla malattia

Per il giudice di X Factor la malattia non è mai stata un tabù e non c’era alcun motivo per trasformarlo in qualcosa di cui non si potesse parlare. Anche se è naturale che ci fossero in quei momenti tanta ansia e tanta paura. Nel momento più brutto, però, ha potuto contare sull’appoggio della famiglia e degli amici.

In conclusione, l’artista ha quindi voluto mandare un messaggio a tutti i suoi fan e alle persone che non lo seguono, ma che soffrono come lui. Bisogna infatti prevenire, se possibile, e affidarsi ai medici. Spiega il rapper: “Sono ipocondriaco. L’ho scoperto per caso con un check up, questo è stato il mio vero grande privilegio“. Quindi l’appello più giusto: “Non cercate su Google, come ho fatto io una notte intera, autoflagellandomi“.

 6 Visualizzazioni