News

Le audizioni che hanno fatto la storia di X Factor in Italia

Tempo di Lettura: 2 minuti

Maneskin

Le più belle audizioni di X Factor: i provini rimasti nella storia del programma per l’importanza dei personaggi o per la stravaganza.

Uno dei momenti più attesi dai fan di X Factor è quello delle audizioni. Si tratta della parte del programma in cui possiamo conoscere più artisti provenienti da tutto il mondo, giovani e meno giovani che in una manciata di minuti si giocano buona parte del proprio futuro. Tra chi si è presentato alle audizioni, diversi cantanti sono riusciti a diventare dei personaggi famosissimi in tutta Italia, altri non ce l’hanno fatta, ma sono rimasti nel cuore dei fan magari per delle performance bizzarre e particolari. Andiamo a ricordare insieme le audizioni più belle in assoluto nella storia del talent.

La audizioni più famose di X Factor

Tra gli artisti che sono riusciti, grazie al talent, a imporsi a livello nazionale, possiamo ricordare Lorenzo Fragola, che si presentò alle audizioni con un inedito, The Reason Why, ma anche Marco Mengoni, Michele Bravi o la nuova conduttrice del talent, Francesca Michielin, che si presentò al pubblico italiano in una versione molto più rock di come poi l’abbiamo conosciuta. Alle audizioni si esibì con Whole Lotta Love dei Led Zeppelin.

Francesca Michielin
Francesca Michielin

Ma l’audizione storicamente più importante in assoluto nella storia del talent rimane quella dei Måneskin, datata 2017. Considerando il successo planetario che ha avuto la band, ricordare il loro passaggio nel talent è oggi più che doveroso. Di seguito il video:

Le audizioni più divertenti di X Factor

Sono diverse le audizioni che hanno lasciato senza parole i fan del talent. Potremmo ad esempio ricordare quella di N.A.I.P. Sono però due quelle davvero strambe che sono riuscite a segnare per sempre la storia del talent. La prima è quella del 2014, con protagonisti Cecco e Cipo, due concorrenti bizzarri, scanzonati e divertenti, capaci di presentarsi davanti al pubblico italiano con un brano intitolato Vacca boia.

Più recente ma non meno stramba, e potremmo dire virale, l’esibizione a X Factor 13 di Nuela, cantautore all’epoca 16enne che cantò un brano rap no sense destinato a diventare un cult di quell’edizione: Carote. Un pezzo che ottenne ovazioni e per un periodo sembrò destinato a far nascere una nuova stella. Non a caso, il video ha superato in pochi anni la soglia dei 20 milioni di clic. Dal 2019 però di Nuela si sono perse le tracce. Un ennesimo caso che conferma la tesi di Andy Warhol:

 26 Visualizzazioni