News

Morta la sorella di Giovanni Allevi: si indaga sull’ipotesi di suicidio

Tempo di Lettura: 2 minuti

Giovanni Allevi

Giovanni Allevi, morta la sorella Maria Stella: secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di suicidio.

Momento drammatico per Giovanni Allevi. Il noto compositore marchigiano, alle prese con la lotta con un tumore che gli sta causando grande sofferenza, è stato sconvolto da una tragedia immane: la scorsa notte è stata trovata morta la sorella, Maria Stella. Secondo quanto comunicato dagli inquirenti, potrebbe trattarsi di suicidio.

Il corpo della donna, ormai privo di vita, è stato trovato nella sua dimora di Ascoli Piceno. A dare l’allarme sarebbe stato un vicino che non riusciva a contattarla. Al momento non si sa molto su quello che potrebbe essere accaduto. Pare non sia stato trovato alcun biglietto di addio o di spiegazione del gesto, ma per ora l’ipotesi più accreditata porta proprio al suicidio.

Morta la sorella di Giovanni Allevi, Maria Stella

Diplomata al Conservatorio, proprio come il fratello, Maria Stella viveva da sola ad Ascoli e nella vita lavorava come insegnante. Non è possibile al momento fornire maggiori informazioni su cosa potrebbe averla spinta a compiere questo gesto. Sappiamo però che arriva a poche settimane dalla scoperta del mieloma che è stato diagnosticato al fratello Giovanni.

Giovanni Allevi
Giovanni Allevi

Lo stesso compositore, solo poche ore prima della tragedia, aveva condiviso sui social un post in cui presentava una nuova composizione, intitolata Mieloma, e che vorrebbe suonare il prima possibile in teatro. Il suo post, un vero inno alla vita, si concludeva con queste parole: “Nonostante il dolore, non ho mai amato così tanto la vita come in questo momento!“.

Chi era Maria Stella Allevi

Sorella maggiore del noto pianista, su Maria Stella si hanno poche notizie. Di certo avrà subito molto, in questo periodo, la notizia della malattia del fratello, che solo poche settimane fa confessava: “Ho scoperto di avere una neoplasia dal suono dolce: mieloma, ma non per questo meno insidiosa. La mia angoscia più grande è il pensiero di recare un dolore ai miei familiari e a tutte le persone che mi seguono con affetto“.

 10 Visualizzazioni