News

Sanremo 2022: Dargen D’Amico, al Festival per ‘canzonare’ il Festival

Tempo di Lettura: 2 minuti

Dargen D'Amico

Dargen D’Amico a Sanremo 2022 con Dove si balla: il significato del brano della cantautorapper e la sua storia al Festival della canzone italiana.

Tra i debuttanti al Festival di Sanremo 2022 c’è anche un giovane non più tanto giovane: Dargen D’Amico, rapper classe 1980, un’icona tra gli amanti del genere. Leggero, irriverente, divertente, Dargen ha sempre preso sul serio la musica. Fino a un certo punto. Grande amico di Fedez, approda all’interno della kermesse con un atteggiamento davvero originale, che lo porta ad essere uno degli artisti capaci di destare maggior curiosità in quest’edizione. Anche se le velleità di vittoria, nel suo caso, non esistono.

Dargen D'Amico
FONTE FOTO: https://www.instagram.com/dargendamico/

Dargen D’Amico, Dove si balla: il significato

Per il 41enne cantautorapper, come ama definirsi, l’avventura a Sanremo sarà decisamente un divertissement, e poco altro. Lo fa ben capire anche il brano che porterà sul palco dell’Ariston, intitolato Dove si balla. In attesa di poter conoscere il testo per poter comprendere meglio il significato, è ipotizzabile che possa trattarsi di un brano leggero ma anche capace di far riflettere, come nello stile di Dargen. Incentrato ovviamente sul tema del ballo e del divertimento, di grande rilievo in questi due anni di pandemia che hanno ridotto all’osso ogni attività ludica.

Dargen D’Amico a Sanremo

Come molti altri, da Aka 7even a Blanco, senza considerare i tre vincitori di Sanremo Giovani, Dargen sarà un esordiente in questa edizione del Festival. Anche se come esordiente sarà decisamente fuori dagli schemi. Il suo ruolo potrebbe essere simile a quello ricoperto da Willie Peyote nel 2021. Pochissime possibilità di vittoria, ma tante di far parlare di sé. Basti pensare al modo con cui si è presentato a Sanremo Giovani per presentare il titolo del suo pezzo: scanzonato e irriverente, più che emozionato, il rapper ha fatto intendere che per lui la sacralità dell’Ariston è qualcosa di cui ci si può far beffe. E forse non ha nemmeno tutti i torti.

Di seguito il video della sua Katì:

FONTE FOTO: https://www.instagram.com/dargendamico/

 94 Visualizzazioni