News

Vandalizzata la statua di Chris Cornell a Seattle: lo sfogo della moglie Vicky

Tempo di Lettura: 2 minuti

Chris Cornell

La statua di Chris Cornell a Seattle è stata danneggiata: lo sfogo della moglie del cantante dei Soundgarden sui social.

Non c’è pace per Chris Cornell. La statua dedicata allo storico cantante di Soundgarden e Audioslave a Seattle è stata vandalizzata. Una persona non ancora identificata ha macchiato con della vernice bianca la sua superficie in diversi punti, causando lo sdegno di tantissimi fan ma anche della moglie Vicky. Questa la reazione della vedova Cornell, espressa attraverso i canali social ufficiali.

Chris Cornell, statua danneggiata: la reazione della moglie Vicky

Sui social Vicky ha commentato l’atto di vandalismo contro la stutua installata di fronte al Museo della Cultura Pop di Seattle: “Io e i miei figli siamo affranti per aver appreso dei danni alla statua di Chris. La statua non è solo un’opera d’arte, ma è anche un tributo a Chris, al suo incomparabile lascito a livello musicale e a tutto quello per cui si batteva“.

Chris Cornell
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/chriscornell

La donna quindi prosegue: “Di fronte a tutto questo odio, siamo ancora grati ai fan che hanno sostenuto Chris e hanno mostrato un amore così immenso. Ci ha fatto molto piacere sentire che i fan hanno tentato di ripulire questo atto di vandalismo. La statua verrà restaurata, l’odio non vincerà“. Di seguito il post pubblicato da Vicky Cornell:

View this post on Instagram

My children and I were heartbroken to learn of the vandalization of Chris’s statue at the Museum of Pop Culture in Seattle. The statue is not only art, but a tribute to Chris, his incomparable musical legacy and everything that he stood for. It represents Chris, who is beloved not only in Seattle, but worldwide. In the face of this hate and destruction ( and I want to be clear, this was not in the course of riots or protests. It was a threat that was carried out by a single disturbed individual at 6am in an attempt to besmirch Chris’s legacy). Im so grateful to the fans who stood up to support and showed such immense love- after hearing about it, they made their way there in the middle of the night with supplies and tried to clean it up. When we were told about it today I cried, my kids cried-your gesture was a reminder of how much more good there is out there and how you the fans show up for our beloved Chris. No matter what, ‘you’re never far away… ‘ thank you. The statue will be restored. Hate will not win. CHRIS IS SEATTLE’S SON forever… Thank you Seattle and @mopopseattle #lovealwayswins #chriscornell Forever ?

A post shared by Vicky Cornell (@vickycornell) on

Vicky Cornell: le accuse ai Soundgarden

Chris Cornell si tolse la vita impiccandosi nel maggio 2017. Da allora i rapporti tra la sua famiglia e il suo gruppo storico, i Soundgarden, non sono stati particolarmente sereni. La vedova poco tempo dopo la scomparsa del marito dichiarò infatti che la band non le era stata molto vicina nel momento più difficile: “Capita, a volte, che mentre stai elaborando il lutto per una perdita fisica, devi anche piangere la perdita di alcune persone che consideravi amici e quasi una famiglia“. Accuse seguite da una diatriba riguardante anche l’eredità musicale di Chris, e che avevano trovato una pronta risposta da parte del gruppo.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/chriscornell

Da: Rolling Stone

 680 Visualizzazioni