News

Enemy, il significato e qualche curiosità sul brano degli Imagine Dragons e JID

Tempo di Lettura: 2 minuti

Imagine Dragons

Il testo e il significato di Enemy, brano degli Imagine Dragons, realizzato in collaborazione con JID e colonna sonora di Arcane.

Enemy è la canzone che gli Imagine Dragons hanno realizzato con il contributo del rapper JID, che funge da colonna sonora di Arcane, serie animata Netflix. Scopriamo insieme qualche curiosità sulla realizzazione di questa canzone e del significato di cui è portatrice.

Imagine Dragons
Imagine Dragons

Imagine Dragons, Enemy: il testo

Enemy è il brano che gli Imagine Dragons hanno realizzato con la collaborazione di JID, pubblicato il 28 ottobre 2021. La canzone funge da primo estratto della colonna sonora di Arcane, serie animata che può essere guardata su Netflix, previa sottoscrizione di un abbonamento al servizio di streaming.

Come rivelato dalla badn, è stato il videogioco League of Legends ad ispirare la stesura della canzone. La melodia della traccia contiene in sé tanti elementi pop, rock, alternative rock e di indietronica. Il video con il testo di Enemy:

La traduzione del testo di Enemy: il significato

Il “nemico” (enemy, in inglese, ndr) degli Imagine Dragons è un po’ complicato. In base alla spiegazione di Dan Reynolds, questa traccia è – in realtà – incentrata sul concetto di conflitto interno e sul fatto che dentro di sé sono in combutta diversi “nemici”, che creano uno stato di incertezza e confusione.

Nel secondo verso c’è apparentemente un individuo – in particolare – che vuole davvero vederlo fallire. Ma quello che Dan sta dicendo a questa persona o prevedendo è che, alla fine, sarà lui a prevalere.

Per quanto riguarda la suddetta spiegazione di Reynolds, forse ciò a cui si riferisce specificamente è l’outro, che è un po’ fuori luogo rispetto al resto della narrazione. Lì, il cantante fa un’affermazione apparentemente presa dal nulla che dice “non sarà mai un santo” (I’ll never be a saint, no way). Forse quello che sta comunicando è che i suoi nemici dovrebbero stare attenti, poiché non è così pio e debole, da non riuscire a difendersi con forza se provocato.

 98 Visualizzazioni