News Musica

Ezio Bosso ammette: “Non posso più suonare, due dita non rispondono più”


Ezio Bosso non può più suonare il pianoforte: la dolorosa ammissione del compositore torinese durante un concerto a Bari.

Ezio Bosso non può più suonare. La malattia che affligge il noto compositore torinese gli impedisce di esprimersi al meglio davanti a un pianoforte. Lo ha dichiarato durante un concerto a Bari lo stesso artista, che ha condiviso con il suo pubblico questa dolorosa verità.

Nonostante la malattia, il talentuoso Ezio continua a emozionare migliaia di persone con le sue composizioni, e ultimamente si è mostrato spesso nelle vesti di direttore d’orchestra, abbandonando l’esecuzione tecnica.

Ezio Bosso non può più suonare il pianoforte

Afflitto dal 2011 da una patologia degenerativa, Ezio si è rivolto così al pubblico della Fiera del Levante di Bari: “Se mi volete bene, smettete di chiedermi di mettermi al pianoforte e suonare. Non sapete la sofferenza che mi provoca questo, perché non posso, ho due dita che non rispondono più bene e non posso dare alla musica abbastanza. E quando saprò di non riuscire più a gestire un’orchestra, smetterò anche di dirigere“.

Parole sincere e cariche di una sofferenza che in pochi possono comprendere, e che hanno subito commosso non solo il pubblico di Bari, ma tutti i fan e gli ammiratori della sua musica.

Ezio Bosso
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/pg/Ezio-Bosso-60850238032

Ezio Bosso: le dichiarazioni ad Adnkronos

Alcune altre dichiarazioni dell’artista sono state riportate da Adnkronos. Ezio ha affermato che musicisti non si diventa solo per talento, e che anzi chi ha talento deve dimenticarsene per far spazio al lavoro quotidiano.

Parole che denotano ancora una volta il suo valore morale, la sua professionalità e il suo amore per la musica, definita come un ‘linguaggio universale che permette a tutti di parlarsi e fare comunità’.

Parlando della disabilità ha invece dichiarato che ” è negli occhi di chi la guarda, perché il talento è talento e le persone sono persone, con le ruote o senza“.

Di seguito Rain, In Your Black Eyes di Ezio Bosso:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/pg/Ezio-Bosso-60850238032

Da: Rolling Stone