News

Cadere volare, il primo manifesto del mondo di Sangiovanni

Tempo di Lettura: 2 minuti

Sangiovanni, Cadere volare

Sangiovanni, Cadere volare: la recensione del primo album del cantautore rivelazione di Amici 2021.

Il debutto più atteso dell’anno. Dopo il grandissimo successo ad Amici e l’exploit del suo eponimo EP dello scorso anno, finalmente Sangiovanni si mette alla prova con un lavoro sulla lunga distanza. Cadere volare è il primo vero album dell’artista vicentino, chiamato a confermare le sensazioni ottime regalate praticamente negli ultimi dodici mesi, quelle vibe che lo avevano fatto diventare una “boccata d’aria” (cit.) per la musica pop italiana. Se ci sarà davvero riuscito, però, ce lo dirà solo il tempo, attraverso il successo che saprà raccogliere con un disco nato intrinsecamente per volare in alto in classifica. Senza cadere.

Sangiovanni, Cadere volare: la recensione

Per poter approcciare con un lavoro come Cadere volare, bisogna tener presente un presupposto fondamentale: si tratta di un disco che punta a parlare a un pubblico specifico. È un disco pop che risponde alle richieste di un target specifico, e che può risultare povero o ingenuo a un ascolto più adulto.

Sangiovanni, Cadere volare
Sangiovanni, Cadere volare

Di ingenuo però c’è poco in realtà in cadere volare. Perché Sangiovanni, che pure è giovanissimo ed è perfettamente inserito in una nuova idea di musica pop che prende a piene mani da un cantautorato romantico di qualche anno fa ma anche alla scena urban e hip hop deli ultimi anni, ha una visione più ampia del mondo.

C’è tanto amore, ci sono tante canzoni dedicate a storie più o meno importanti, a sentimenti più o meno maturi. Brani ispirati probabilmente anche alla sua love story con Giulia Stabile, nata ad Amici e cresciuta nel corso dei mesi. Ma c’è anche una volontà di spingersi oltre, di mandare messaggi importanti. Testimone di questa voglia di continuare a rappresentare un emblema per un’intera generazione è il secondo brano, che gente siamo. Una canzone che, nella sua semplicità, attacca tutto e tutti: il politically correct eccessivo, una classe politica più capace di predicare che non di razzolare, ma anche gli hater che passano il loro tempo a gettare fango sugli altri, dal loro piedistallo fatto di carta igienica.

D’altronde, non è la prima volta che Sangio tenta d’inserirsi nei temi dell’attualità. Paladino della comunità lgbtq+, ha più volte affrontato l’argomento del suicidio e si è lamentato dell’odio che corre veloce sui social, facendo danni a volte invisibili, ma molto gravi nell’anima di ognuno di noi.

Un mondo complicato, quello in cui viviamo e siamo immersi, che spinge spesso a guardare più in alto, a voler spiccare il volo verso orizzonti nuovi e inesplorati, come quelli immaginati in cielo dammi la luna, uno dei brani più intensi e riusciti dell’intero album. Forse però il momento più alto, musicalmente e testualmente, è la chiosa affidata a se mi aiuti, un pezzo in cui s’intravedono tutte le potenzialità di un artista che ha bisogno di crescere, con calma, senza fretta e senza pressioni, senza esaltarsi né abbattersi alle prime difficoltà. Perché c’è qualcosa d’interessante su cui lavorare, e un determinato talento sarebbe un peccato se andasse sprecato.

Cadere volare: la tracklist

1 – cadere volare
2 – che gente siamo
3 – farfalle
4 – cortocircuito
5 – sigarette alla menta
6 – cielo dammi la luna
7 – perderci (forti)
8 – amica mia
9 – duedinotte
10 – parolacce
11 – titanic
12 – se mi aiuti

Voto: 6.5

Di seguito l’audio di se mi aiuti:

 64 Visualizzazioni