News

La confessione di Gianni Morandi: “Ero depresso, poi è arrivato Jovanotti”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Gianni Morandi

Gianni Morandi racconta l’incidente, Sanremo e il rapporto con Jovanotti: la confessione del cantante bolognese.

Paura, depressione, dolore e poi la rinascita! La storia di Gianni Morandi negli ultimi mesi è stata emblematica e ha dimostrato come anche dai momenti più difficili della propria vita possano nascere nuove possibilità e grandi opportunità. Dall’incidente dello scorso anno, che avrebbe anche potuto costargli la vita, è infatti nato non solo il suo ritorno a Sanremo, ma anche tutte le gioie di questi ultimi mesi, a partire dalla nascita di un rapporto speciale con Jovanotti, l’uomo che in qualche modo gli ha cambiato la vita!

Gianni Morandi racconta il rapporto con Jovanotti

Intervistato dal Corriere della Sera all’indomani della seconda operazione alla mano destra, l’artista ha raccontato com’è nata la sua relazione straordinaria con il cantautore di Cortona. Tutto è cominciato con l’incidente e con il primo intervento. Mentre era in ospedale, il cantante bolognese è stato contattato telefonicamente da Jovanotti.

Jovanotti
Jovanotti

In quel momento Gianni era un po’ triste, e forse proprio per questo Lorenzo è voluto andare in suo soccorso: “Forse nel sentirmi un po’ depresso ha deciso di mandarmi quel primo brano, L’allegria. Inciderla è stato terapeutico per me. Senza contare che è nato così un altro tipo di rapporto tra noi“.

La simpatia era già preesistente, ma solo dopo l’incidente si è trasformata in una vera amicizia. Nell’ultimo anno i due hanno passato moltissimo tempo insieme e hanno creato un rapporto davvero unico nella musica italiana: “Nell’ultimo anno le cose sono cambiate, grazie alla sua grande sensibilità nel chiamarmi quando ero malato. Da allora è partito tutto, fino all’esperienza di Sanremo“.

Gianni Morandi e l’incidente

Inevitabile tornare, oltre che su Sanremo, anche sull’incidente dello scorso anno. Un incidente che gli ha causato molto dolore e che ha portato a conseguenze importanti, tra cui l’ultima operazione, quella del mese di marzo. Tuttavia, nonostante l’accaduto, il cantante felsineo ha intenzione di rinunciare ai lavori agricoli: “Ma come faccio? Vivo in campagna. E poi è come quando uno si butta in acqua e rischia di affogare: se torno a galla non è che poi non mi ributto più“.

Ha rischiato la vita, e poteva andargli molto peggio. Ma è stato un incidente, può capitare, e da questo momento Gianni sarà ancora più attento. Tuttavia, non rinuncerà ad attività che ama e che fanno anche bene alla sua salute psicofisica. E forse è giusto così.

Di seguito il video di Apri tutte le porte:

 34 Visualizzazioni