News

La passione di Fedez per il punk rock: “Ha segnato la mia gioventù”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Fedez

Pur essendo un amatissimo rapper, Fedez non ha mai nascosto la sua passione per il punk rock: ecco da cosa nasce.

Si può essere dei rapper innamorati della musica rock? Ovviamente la risposta è sì, e non necessariamente dedicandosi a musica crossover. Anzi, capita spesso che nel loro background anche dei personaggi insospettabili possano vantare un trascorso decisamente “rockettaro”. È caso di Fedez, che non ha mai nascosto la sua passione, in particolare, per il punk e il pop punk di fine anni Novanta e primi anni Duemila. Una passione sfociata nella jam session con Salmo che ha fatto scatenare l’entusiasmo nei fan, ma che ha radici ben più profonde.

Fedez rock: da dove nasce il suo amore per il punk

Chi conosce bene il rapper milanese, sa che la band che maggiormente lo ha ispirato nella sua carriera sono stati i blink-182. Non a caso, nel 2022 ha realizzato uno dei suoi più grandi sogni conoscendo dal vivo Mark Hoppus, uno dei leader e fondatori della band californiana, con cui ha condiviso anche la tremenda esperienza della lotta a un tumore.

Fedez
Fedez

Oltre ai blink nel suo background c’è però molto di più, come confessava solo pochi anni fa, durante il tour di supporto a Paranoia Airlines, ai microfoni del Corriere della Sera: “Da adolescente ascoltavo il punk. I blink-182, che ho ripreso con un campionamento in Che cazzo ridi, Pennywise, Jimmy Eat World, Propagandhi, NOFX, hanno segnato tutti gli anni della mia gioventù, e in molti brani ci sono numerosi richiami di questo genere“.

Leggi anche -> Fedez a cena con Mark Hoppus dopo il tumore: “Felice come un bambino”

La svolta rock di Fedez a X Factor

Una passione, quella per il rock, che Fedez ha portato anche nella sua carriera da giudice di X Factor. Più volte lo abbiamo visto sviscerare aneddoti e assegnare canzoni che non ci si sarebbe aspettati da lui, e anche nel 2022 ha confermato la sua passione scegliendo di portare ai Live, come band, gli Omini, dei giovanissimi rockettari che affondano le radici della loro musica addirittura negli Who. Una scelta azzardata? Difficile dirlo, ma di certo in linea con quelli che sono i gusti del rapper milanese, molto più rock di quanto non si possa pensare.

 10 Visualizzazioni