News

Qual è la differenza tra cuffie e auricolari

Tempo di Lettura: 2 minuti

ragazza smartphon cuffie ascoltare musica

Differenza tra cuffie e auricolari: quali sono le caratteristiche che contraddistinguono questi due apparecchi utili per ascoltare musica o altri tipi di suoni.

Spesso nel linguaggio comune tendiamo a utilizzare come sinonimi le parole cuffie e auricolari, dimenticandoci che il loro riferimento è in realtà a dispositivi elettronici differenti che svolgono la stessa funzione. Sia le cuffie che gli auricolari sono infatti utilizzati per ascoltare qualunque tipo di suono, musica, chiamate, messaggi vocali e così via. La loro forma e le loro dimensioni sono però completamente diverse. Scopriamo insieme cosa si intende per cuffie, cosa per auricolari e quali sono le caratteristiche principali e le differenze.

Cosa sono le cuffie

Le cuffie sono null’altro che un tipo di strumentazione audio che permette a un singolo individuo di ascoltare musica, spettacoli televisivi o qualunque altro tipo di contenuti in modo privato. Vengono indossate sopra o intorno alle orecchie e il suono viene trasmesso alle orecchie attraverso piccole casse che sono in esse incorporate.

Cuffie sulla tastiera
Cuffie sulla tastiera

Esistono diverse tipologie di cuffie, ognuna con caratteristiche distintive. Le più popolari sono le cuffie over-the-ear, che coprono completamente le orecchie e forniscono un ottimo isolamento dai rumori esterni. Si tratta della scelta migliore per ascoltare musica o guardare un film, dal momento che ci permette di concentrarci esclusivamente sull’audio.

Un’altra tipologia è quella delle cuffie on-ear, che si appoggiano sulla parte superiore delle orecchie, anziché avvolgerle. Questo tipo di cuffie ha solitamente dei driver più piccoli, che possono portare a una riproduzione del suono di minor qualità. Tuttavia, ne guadagnano in portabilità e leggerezza.

Infine, abbiamo le cuffie in-ear. E sono proprio queste ad essere definite, comunemente e correttamente, auricolari.

Leggi anche -> Che differenza c’è tra cuffie aperte e cuffie chiuse?

La definizione di auricolari

In effetti a creare confusione è il fatto che gli auricolari potrebbero essere definiti in senso lato come una tipologia di cuffie, pur mancando di padiglioni e di archetto, come qualunque altro tipo di cuffie. Al contrario, gli in-ear sono dei piccoli dispositivi che vengono inseriti nel canale auricolare. Hanno anche loro una varietà di forme e dimensioni e vengono utilizzati per ascoltare musica, effettuare chiamare e ricevere notifiche audio. Sono l’ideale per chi preferisce la comodità in mobilità, anche se non garantiscono spesso l’isolamento necessario per percepire ogni minimo particolare della riproduzione.

Differenza tra cuffie e auricolari

Ora che abbiamo visto le definizioni generali, possiamo avere un quadro più chiaro sulla differenza tra cuffie e auricolari. A livello più semplice, le prime sono più grandi e solitamente coprono tutto l’orecchio, mentre le seconde sono piccole e si inseriscono nel canale uditivo. Tuttavia, c’è una possibilità di sovrapposizione tra i due termini se ci riferiamo a cuffie in-ear. In linea di massima, dal punto di vista tecnico, le cuffie sono più ingombranti, ma spesso anche più comode, mentre gli auricolari, ideali per muoversi in città o per fare attività fisica, possono essere scomode e poco stabili all’interno dell’orecchio, oltre a offrire un suono meno ricco. Insomma, prima di scegliere cosa comprare, cerca di comprendere bene quali siano le tue esigenze.

 14 Visualizzazioni