News

Le star della musica scomparse nel 2021

Tempo di Lettura: 3 minuti

Franco Battiato

Tutti i cantanti e i musicisti morti nel 2021: da Franco Battiato a Milva, passando per l’indimenticabile Raffaella Carrà.

Sono stati davvero tanti i cantanti morti nel 2021. Sono diminuiti quelli scomparsi per la pandemia da Covid, ma purtroppo non è calato il numero di decessi illustri in questo complicatissimo anno. Lutti dolorosi, che hanno reso ancora più infausto quest’ulteriore anno che non dimenticheremo mai, e non certo per emozioni positive, se non quelle regalate dallo sport e dal successo dei Maneskin. Da Franco Battiato a Milva, passando per l’amatissima Raffaella Carrà: ricordiamo insieme le grandi star della musica che ci hanno lasciati quest’anno.

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà

Le star della musica morte nel 2021

L’anno si è aperto il 3 gennaio con la scomparsa di Gerry Marsden, storico leader dei Gerry and the Pacemaker, il gruppo di You’ll Never Walk Alone. Il 13 gennaio è morto, a quasi 70 anni, Sylvain Sylvain, chitarrista americano famoso per aver militato a lungo nei New York Dolls. Il 18 gennaio se n’è andata, invece, una leggenda del folk pop a stelle e strisce, Jimmie Rodgers. Aveva 87 anni. 35 anni ancora da compiere invece per Sophie, producer e dj britannica che aveva ottenuto anche una candidatura ai Grammy nel 2019. Morta il 30 gennaio in seguito a una caduta dal letto, nel corso della sua carriera aveva prodotto anche star come Madonna.

L’8 febbraio a lasciarci è stata invece Mary Wilson, una delle cantanti originali delle Supremes. La notizia forse più funesta per il mondo della musica di inizio 2021 è stata la morte di Chick Corea, leggendario pianista e compositore, un monumento del jazz, venuto meno all’età di 79 anni il 9 febbraio per una rara forma di cancro. Questa la sua celebre e amatissima Spain:

Il 2 marzo abbiamo salutato per sempre Bunny Wailer, leggenda della musica reggae. Il 9 aprile, a causa di un attacco di cuore, è morto a 51 anni un grande nome della musica rap internazionale, DMX. Il 3 maggio è invece venuto meno Mr. Personality, Lloyd Price.

Il 14 luglio è morto Jeff LaBar, chitarrista dei Cinderella. Il 17 luglio abbiamo perso Robby Steinhardt, storico violino dei Kansas, mentre il 26 luglio il lutto ha colpito il mondo della musica metal: a 46 anni è morto per un brutto male il batterista degli Slipknot, Joey Jordison, uno dei più grandi artisti dietro le pelli nella storia del genere rock più duro. Nello stesso giorno è morto anche Mike Howe, cantante dei Metal Church. Nemmeno il tempo di riprendersi, e il giorno dopo, 27 luglio, abbiamo detto addio a Dusty Hill, storico bassista degli ZZ Top, famoso per la sua barba e per il suo grande talento:

Ma è il 24 agosto che il mondo si è fermato per salutare una leggenda autentica della musica rock, uno di quegli artisti che ha contribuito a cambiare tutto. Tutto. Stiamo parlando ovviamente di Charlie Watts, storico batterista dei Rolling Stones, l’animo elegante della band. Un artista straordinario che ha donato al mondo della musica davvero tantissimo, ricevendo in cambio una fama immortale. Di seguito Sympathy for the Devil:

Il 26 settembre a lasciarci è stato Alan Lancaster, fondatore degli Status Quo.

I cantanti morti nel 2021 in Italia

Il 12 gennaio è scomparso a Briosco, in provincia di Monza e Brianza, Francesco Magni, cantuatore che nel 1980 conquistò il Premio della Critica a Sanremo con la sua Voglio l’erba voglio:

Il 14 febbraio, in un tristissimo giorno di San Valentino, è invece venuto meno Erriquez, all’anagrafe Enrico Greppi, fondatore e leader della Bandabardò, nonché uno degli artisti folk più amati da tutti in Italia. Aveva solo 60 anni ed è morto dopo una lunga battaglia con un brutto male. Un vuoto enorme quello lasciato dal cantuatore fiorentino, come quello lasciato dal mitico Raoul Casadei, il re del liscio, scomparso il 13 marzo a causa del Covid.

Il 24 aprile a lasciarci è stata invece l’unica e inimitabile Pantera di Goro, Milva, una delle voci più importanti della musica italiana, artista amata e riconosciuta in tutto il mondo, capace di mettersi in gioco a Sanremo e di esibirsi nei teatri più importanti del mondo con opere colte. Di seguito la sua mitica Alexanderplatz:

Abbiamo pianto lacrime amare per tutti questi artisti, ma lo shock più grande è stato forse quello lasciato dalla notizia della scomparsa di Franco Battiato. Che non ha bisogno di presentazioni, essendo stato uno dei più importanti cantautori e compositori della storia della musica, non solo italiana. Purtroppo è scomparso, dopo una lunga malattia, il 18 maggio. Di seguito la sua Centro di gravità permanente:

Il 5 luglio è purtroppo scomparsa la regina della televisione italiana, forse la più grande showgirl della storia del nostro mondo dello spettacolo. Cantante, ballerina, presentatrice. Non c’è nulla che Raffaella Carrà non abbia fatto, e non abbia fatto meglio di molti altri, forse di tutti. Di seguito la sua Ballo ballo:

Il 27 luglio a lasciarci è stato il grande cantante napoletano Gianni Nazzaro. Il 18 ottobre è invece toccato al leggendario Franco Cerri, tra i chitarristi jazz più importanti in Italia.

 82 Visualizzazioni